Controlla la disponibilità nei negozi

I portabici Althura
li trovi solo da Bep's

I portabici Althura li trovi solo da Bep's

Controlla la disponibilità nei negozi
Controlla la disponibilità nei negozi

Il web magazine MTBtech.it ha testato il portabici Althura da gancio di traino che può trasportare due e-bike. Di seguito riportiamo il loro articolo.

ALTHURA

è un brand italiano che produce accessori auto tra cui catene da neve, box portatutto e portabici di vario genere, da quelli da tetto a quelli da appendere al baule posteriore fino a quelli da fissare al gancio di traino dell’auto, portabici che consentono il fissaggio e il trasporto da 1 fino a 4 biciclette. Ma la vera novità sono i portabici che garantiscono il trasporto delle ebike. Le biciclette a pedalata assistita pesano mediamente 18-24 kg in base al modello e all’allestimento, e necessitano quindi di un supporto adeguato a sorreggere tale mole di peso, mantenendo sicurezza e affidabilità.

Althura porta ebike da gancio traino
com'è fatto

COM’È FATTO

Una volta montati, tutti i componenti risultano ben saldi. La qualità di quelli metallici è di alto livello mentre su quelli in plastica ho notato alcuni aloni dovuti all’accoppiamento in fase di produzione.
Con un peso totale di circa 16,6 kg è necessaria la presenza di due persone per l’installazione sul gancio di traino, non tanto per una questione di peso, quanto per il fatto che il portabici è piuttosto voluminoso.

SISTEMA DI AGGANCIO

Il fissaggio al gancio di traino è intuitivo, basta sollevare la leva dopo averla sbloccata con l’apposita chiave antifurto, appoggiare il portabici al gancio e abbassare la leva fino al completo bloccaggio, avvertibile da un secco “clack” che ne determina il finecorsa. A questo punto il portabici risulta saldo al gancio di traino e smontabile solo dopo aver aperto la serratura antifurto: un accessorio presente di serie, tutt’altro che scontato, anzi estremamente necessario per quando si lascia l’auto incustodita!

Il sistema di aggancio
fissaggio delle biciclette

FISSAGGIO DELLE BICICLETTE

Il fissaggio delle biciclette è quanto di più semplice si possa immaginare: le corsie permettono il fissaggio di ruote fino a 70mm di larghezza, quota che si raggiunge solamente oltre le misure “plus”. Una volta appoggiata la bici sopra alla corsia conviene fissarla immediatamente al braccetto superiore cosicché rimanga salda e verticale, per poi fissare le fascette alle ruote. Tali braccetti dispongono di una porzione in gomma nel punto di contatto con il telaio per scongiurare qualsiasi rischio di graffi. Prima di fissare la seconda bici è necessario posizionare i pedali in maniera che non vadano ad appoggiare su telaio o pedali dell’altra bicicletta, per poi procedere nella medesima maniera.

IL RIBALTAMENTO DEL PORTABICI

Il ribaltamento del portabici, sfruttabile anche con le biciclette montate, permette di usufruire del bagagliaio dell’auto senza dover smontare il portabici. Si tratta di una chicca fondamentale che rende comodissimo il portabici ALTHURA nell’ottimizzazione degli spazi. Nel caso venga montato su un furgone con portellone pressoché verticale e ampio, come in foto, non si riesce ad aprire completamente il bagagliaio, cosa che invece non accade con le comuni automobili.

ribaltamento del portabici
Durante la marcia

DURANTE LA MARCIA

Durante la marcia, l’insieme portabici-biciclette è stabile, e i 60kg di portata difficilmente vengono superati anche trasportando due ebike, calcolando un peso medio di 24 kg l’una. Utilizzando un furgone ho avuto la necessità di coprire la manopola della bicicletta più vicina al portellone con un panno in quanto sfiorava il lunotto posteriore, situazione limite tenendo conto della larghezza del manubrio da ben 80cm e anche del fatto che il portellone in oggetto è verticale (essendo un furgone), mentre nelle automobili più comuni l’inclinazione -anche minima- di tale elemento scongiura qualsiasi contatto.

IL TEST

Per il test ho provato inoltre ad installare una bicicletta da enduro molto spinta, la Transition Patrol, dotata di un interasse molto ampio. Le ruote sono comunque rimaste nei limiti del portabici, garantendo quindi il montaggio anche di biciclette piuttosto lunghe. ALTHURA dichiara la possibilità di montare biciclette fino a 125cm di interasse con ruote da 29 pollici, limite che include pressoché tutto il mondo della mountain bike.
Per scaricare le biciclette si procede nella maniera opposta, sganciando prima le fascette inferiori e poi il braccetto superiore.

Il test
Resta in sella il doppio del tempo

OMOLOGAZIONE

La parte posteriore dispone ovviamente di un impianto d’illuminazione omologato che si collega all’impianto elettrico dell’auto tramite un classico connettore a 13 poli. I fari sono ampi e sempre ben visibili anche in pieno giorno. Centralmente c’è lo spazio sul quale fissare la targa ripetitrice.

ACCESSORI

Acquistabili separatamente ci sono degli interessanti componenti tra cui il pomello con chiave per la chiusura delle bici al portabici e la rampa di carico per biciclette. Quest’ultima si posiziona all’inizio della corsia e si appoggia a terra, evita quindi di dover sollevare la bicicletta per caricarla: un’ottima idea che apprezzeranno soprattutto gli utilizzatori delle ebike!

Compatibile con tutte le selle
Conclusioni

CONCLUSIONI

Il portabici ALTHURA si presenta tra gli “indispensabili” a un prezzo veramente accattivante, molto più basso di tanti concorrenti più blasonati. L’omologazione è sinonimo di sicurezza, e la qualità dei materiali è molto buona, sebbene alcuni particolari dei componenti plastici non siano curati nei minimi dettagli. Il fatto di poterlo ribaltare anche con le biciclette installate è di fondamentale importanza, la ritengo una caratteristica essenziale in termini di comodità e praticità d’utilizzo.
La comodità della rampa per il carico delle biciclette è tale che ne consiglio l’acquisto, soprattutto se si devono caricare biciclette a pedalata assistita.
Nel complesso il portabici ALTHURA mi ha soddisfatto anche per il rapporto qualità/prezzo, praticamente impareggiabile. Ho rivalutato la comodità di questi portabici rispetto a quelli da tetto proprio per la comodità che offrono nel montaggio e smontaggio delle biciclette, oltre al fatto che anche in marcia non interferiscono in altezza e le bici rimangono protette dall’attrito generato dall’aria in velocità, nonché al sicuro di eventuali passaggi molto bassi all’ingresso di alcuni parcheggi.
Nel catalogo ALTHURA sono inoltre presenti delle varianti, tra cui il portabici da gancio di traino per il trasporto fino a 4 biciclette e il portabici da fissare al bagagliaio e al tetto, questi ultimi anche nelle versioni “Gravity” dedicati alle mountain bike più pesanti.